I ricavi di Tod è in calo del 3,7 per cento nel 2016

"Come previsto, i dati di vendita per i nove mesi riflettono un contesto economico e finanziario volatile e incerto, caratterizzato dalla persistente debolezza dei consumi in molti importanti mercati dei beni di lusso", ha detto Diego Della Valle, presidente e chief executive officer. "La stagione autunnale è iniziata solo nella seconda metà del mese di settembre; le collezioni ora nei negozi stanno registrando un feedback positivo. I clienti apprezzano il focus su prodotti di alta qualità, scarpe, borse e piccola pelletteria, in primo luogo, tutti ben riflette l'artigianato, il modo di vita italiano e la forte innovazione che caratterizzano i nostri marchi. Pensiamo di essere nella direzione giusta nel nostro piano strategico di crescita per i prossimi anni, e stiamo continuando con determinazione su questa strada ".


La società, che è quotata alla Borsa di Milano, è previsto non più di rilasciare gli utili nel trimestre, come da regolamento di recente introduzione.


Nel 2016 di primi nove mesi, le vendite per il marchio Tod è diminuito del 7,5 per cento, a 419,4 milioni di euro, o $ 465.500.000. La società ha attribuito la diminuzione di debolezza dei consumi nei principali mercati dei beni di lusso, soprattutto a causa del forte calo dei flussi turistici. le vendite Hogan sono diminuite del 2,8 per cento, a 171,9 milioni di euro, o $ 190.800.000, ferito dalla debolezza del mercato italiano, accentuata anche dal forte calo dei flussi turistici, guidato nel 2015 dalla tenuta del Expo di Milano. I ricavi del marchio Fay sono cresciuti del 4,1 per cento, a 45,5 milioni di euro, o $ 50,5 milioni, sollevato da forti risultati nei mercati asiatici, che è cresciuto a due cifre. I ricavi Roger Vivier sono cresciuti del 6,9 per cento, a 119,8 milioni di euro, o $ 133 milioni accelerazione nel terzo trimestre, anche se la sua performance è stata intaccata da un rallentamento negli Stati Uniti


Il gruppo categoria calzature nucleo ha visto un calo del 2,9 per cento, a 603,3 milioni di euro, o $ 669.600.000. Le vendite di pelletteria e accessori è sceso del 10,3 per cento, a 103,8 milioni di euro, o $ 115.200.000, mostrando un leggero miglioramento nel terzo trimestre. Le vendite di abbigliamento hanno misurato fino 0,9 per cento, a 49,5 milioni di euro, o $ 55 milioni. Quando un analista ha sottolineato la "scarso rendimento" di pelletteria e accessori, Macellari si è detto "giusto" e che la società è stata "non felice", ma ha visto un "bicchiere mezzo pieno", e ha evidenziato il miglioramento quarti durante tutto l'anno, sottolineando che sono ancora in fase di consegna delle collezioni autunno. "Il quarto trimestre dovrebbe essere ancora meglio nelle nostre aspettative, e molto meglio rispetto al primo trimestre."


Macellari detto che la società aveva visto un miglioramento delle vendite like-for-like in tre aree nell'ultimo trimestre: nel Regno Unito, dopo il voto Brexit, con la sterlina "più attraente, non subito dopo il voto," ma a partire nel mese di agosto e settembre; in Cina, "molto meglio a partire da settembre, con i cinesi spendere di più a casa"; e negli Stati Uniti, con una maggiore consumi interni.


A partire dal 30 settembre, il tods gruppo contava 266 negozi a gestione diretta e 103 negozi in franchising, rispetto ai 255 e 95 alla fine di settembre dello scorso anno. Ricavi verso terzi sono rimasti stabili, per un totale di 304,1 milioni di euro, o $ 337.500.000.


Macellari ha detto che "ha fornito la tendenza più recente rimane come oggi, posso confermare la cifra di consenso per la nostra linea top, in calo del 1,7 per cento. Ciò implica che il quarto trimestre dovrebbe essere positivo, intorno al 4 per cento. "Ha anche detto che i guadagni prima di interessi, imposte, ammortamenti margine di consenso di 18 per cento è" impegnativo, ma se l'ultimo trimestre è forte come previsto, è fattibile e realizzabile ".

Posted by admin